Green pass normale e Super Green pass: le differenze tra i due e a cosa servono

Dal 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022 entrerà in vigore il cd. "green pass rafforzato" istituito dal DL 172/2021. Scopriamo dove serve e quando, invece, "basta" il green pass classico

Data di pubblicazione:
02 Dicembre 2021
Immagine non trovata

Il decreto-legge 172/2021 (Super Green Pass) ha introdotto alcune novità in materia di emergenza Covid-19, tra le quali la vaccinazione obbligatoria per alcune categorie lavorative e un nuovo Super Green Pass, cioè una sorta di green pass rafforzato che servirà, sotto le feste (dal 6 dicembre al 15 gennaio, ma è passibile di ulteriori proroghe da parte del Governo), per accedere in determinate attività.

Entrambi i 'pass' vengono controllati tramite l'app Verifica C-19, quindi basta disporre del QR Code sul prorpio smartphone per mostrare la certificazione verde all'esercente o al pubblico ufficiale che lo richiede. L’aggiornamento della app permetterà a chi fa i controlli di capire che tipo di pass possiede una persona.

NB - Il nuovo pass non va scaricato: il green pass “base” per essere vaccinato o guarito verrà già in automatico potenziato come “Super Green pass”.

Nella tabella sottostante, quindi, riepiloghiamo le differenze tra super green pass (SGP) e green pass (GP): come si ottengono e a cosa servono.

Green pass

Come si ottiene:

  • Vaccinazione
  • Guarigione dal Covid-19
  • Tampone molecolare (validità 72 ore) o rapido (validità 48 ore) negativo

A cosa serve (dove consente di entrare):

Obbligatorio per:

  • caffè/altra consumazione al banco del bar (al chiuso)
  • hotel
  • trasporto interregionale, regionale e pubblico locale
  • piscine, palestre, impianti sciistici
  • spogliatoi di tutte le attività sportive, anche all'aperto
  • lavoro pubblico/privato

Super Green Pass (DL 172/2021)

Come si ottiene:

  • Vaccinazione
  • Guarigione dal Covid-19

A cosa serve (dove consente di entrare):

Dal 6/12/21 al 15/1/22 (prorogabile) serve per entrare, in TUTTE le zone eclusa la zona rossa, in:

  • bar e ristoranti al chiuso (seduti al tavolo)
  • cinema, teatri, musei
  • spettacoli, eventi e competizioni sportive
  • stadi e palazzetti sportivi
  • discoteche e sale gioco
  • cerimonie pubbliche

ZONA ROSSA 

È l’unica tipologia di colore in cui i divieti valgono per tutti, a prescindere dal pass che si possiede.

Chiusi bar e ristoranti (consentiti asporto e consegna a domicilio), negozi chiusi tranne quelli essenziali. Divieto di uscire dal comune di residenza a parte che per comprovati motivi di lavoro, necessità, urgenza.

Fonte: Omnia del Sindaco

Ultimo aggiornamento

Venerdi 14 Gennaio 2022